Skip to main content

Casette in legno da giardino per vari utilizzi

Le casette di legno sono disponibili oggi sul mercato in vari modelli e dimensioni, e per ogni utilizzo.

Infatti le casette in legno da giardino sono comode per vari utilizzi, a partire da ripostiglio per oggetti e attrezzi da giardinaggio, fino a diventare vere e proprie stanze esterne alla casa, dove rilassarsi o dove dedicarsi ai propri hobby, come pure ottimi spazi di lavoro e studio, e dependance per gli ospiti.

A seconda dell’uso che se ne farà, una casetta da giardino offre tantissime caratteristiche positive.

Innanzitutto il legno è un materiale ecologico e naturale, usato da secoli nell’edilizia.

Nei paesi nordici e anche in Nord America, sono molto diffuse anche le case abitabili in legno, proprio per le caratteristiche ottimali di questo materiale, che è un ottimo isolante termico e acustico, resiste bene alle onde sismiche e al fuoco, oltre che dare un bellissimo tocco estetico al giardino o allo spazio dove viene posto.

Inoltre le casette di legno da giardino sono anche ecologiche, dato che alla fine del loro ciclo di vita sono completamente biodegradabili, e il legno è un materiale traspirante dato che le sue fibre fanno passare l’aria.

Opinioni sulle casette da giardino di legno

Le opinioni sulle casette da giardino di legno sono davvero positive, sia della gente che desidera avere una casa in legno e si sta informando sul da farsi, sia da parte di chi ci vive o ne ha una in giardino da usare come deposito attrezzi e le ha già sperimentate di persona.

Vi sono metodi di costruzione diversi per le casette in legno, i più diffusi sono il platform frame, che consiste nel posizionare pannelli di legno preassemblati tra loro a costruire una casa prefabbricata, e il metodo blockhouse, ovvero di travi a incastro una nell’altra senza viti o collanti.

Entrambi i metodi permettono di realizzare casette solide e robuste, durevoli nel tempo.

Inoltre il tempo per la loro costruzione è davvero breve rispetto a quello per una casa di mattoni di pari dimensioni, e i costi sono nettamente inferiori ai costi delle case in muratura tradizionali.

Le casette di legno oggi sono disponibili anche presso e commerce online, in diverse dimensioni e per ogni tipo di esigenza, con la possibilità di scegliere da un vasto catalogo di prodotti online.

Troviamo casette da giardino dello spessore di 28 mm, come pure casette più grandi, dallo spessore di 35 o 45 mm, che sono anche abitabili, bene isolate e abbastanza ampie da utilizzare come case per le vacanze o anche case dove vivere tutto l’anno, con finestre con doppia o tripla vetrocamera, porta con serratura di sicurezza, e altri dettagli che le rendono abitabili al meglio.

Casette da giardino in policarbonato

Oggi sul mercato ci sono varie tipologie di casette da giardino, realizzate in diversi materiali, come la resina o policarbonato, il pvc e la lamiera, ma le casette in legno da giardino rimangono quelle più comode per vari utilizzi.

Le casette da giardino in policarbonato sono casette utilizzabili soprattutto come ripostiglio per gli attrezzi o per oggetti diversi, e sono realizzate con pannelli di policarbonato rinforzato con alluminio e dal telaio in acciaio zincato, e offrono resistenza ai raggi UV e alle intemperie e durevolezza nel tempo.

Tuttavia non hanno le medesime caratteristiche positive del legno, dato che il legno è un materiale traspirante, e quindi all’interno della casetta si crea un clima sano e privo di allergeni, mentre non si può vivere in una casa in policarbonato, poiché questo materiale non è traspirante e non isola dalle temperature esterne nel medesimo modo del legno.

Cercare su internet i cibi da mangiare

Mi occupo di posizionamento siti internet e posso garantirvi che l’80% delle informazioni che trovate sui motori di ricerca sono “contaminate”. La creazione siti internet per i motori di ricerca prevede che le informazioni siano scritte a beneficio dei metodi di posizionamenti dei vari Google e company, piuttosto che a beneficio del lettore, tenente bene a mente questa considerazione quando cercherete su internet informazioni su cosa mangiare. La stagione calda di certo invoglia a trascorrere lunghe giornate al mare e vacanze sulla spiaggia. Ma per evitare spiacevoli problemi legati proprio alle temperature alte, è bene tenere sempre a mente alcune regole fondamentali. In questo caso, ci si riferisce naturalmente alle buone regole alimentari che, se applicate con criterio, possono evitare qualche rogna – e magari guastarci le vacanze… -. Andiamo quindi a vedere cosa mangiare d’estate sotto l’ombrellone. Innanzitutto, anche in questo caso valgono alcune buone abitudini di base: bere tanta acqua e mangiare cibi freschi e leggeri. Andiamo ad analizzare meglio queste semplici ma fondamentali regole. Perché si sente sempre dire, durante l’estate, ‘bere tanta acqua’? Lo scopo di bere acqua quando fa caldo è molto semplice: serve a reidratare il nostro organismo – composto, non dimentichiamocelo, per la maggior parte di acqua – che con le alte temperature tende a disperdere liquidi e Sali minerali. Se non si beve acqua a sufficienza, il rischio è quello di far andare letteralmente in tilt il nostro corpo, rendendoci vulnerabili a colpi di calore e malori. Quindi, anche se pensate di non averne bisogno, ricordatevi sempre di bere tanta acqua! Passiamo ora all’alimentazione e a cosa mangiare d’estate sotto l’ombrellone. Come accennato poco più su, l’ideale è portarsi in spiaggia cibi leggeri e facilmente digeribili, così da evitare un processo di digestione troppo lungo e laborioso. Quindi sì a frutta (possibilmente scegliere quella che contiene più acqua, come anguria e ananas), verdura e insalate di pasta leggere. Un buon accoppiamento, per coloro che prediligono le proteine a pranzo, potrebbe essere: uova sode, verdura cruda (tipo finocchi, carote, sedano, ravanelli, ecc.), e verdura cotta (magari zucchine o melanzane alla griglia). Si tratta di pasti che possono essere portati facilmente anche in spiaggia, all’interno di comodi contenitori e trasportati all’interno di adeguata borsa termica (così da evitare che il calore estivo rovini le proprietà nutritive e organolettiche degli ingredienti. Un consiglio in più: se tendete a disperdere molti liquidi e desiderate contrastare l’effetto del caldo in modo sano e naturale, potete preparare a casa una bottiglietta d’acqua addizionata di succo di limone e qualche pezzetto di zenzero. Portate questa bibita dissetante sempre con voi quando andate al mare, vi aiuterà ad affrontare la calura estiva. Insomma, se volete mangiare con gusto ma restare leggeri anche sotto l’ombrellone, non avete più scuse: acqua, frutta e verdure sono i più grandi alleati della salute, anche in estate! 

La ricerca dell’avvocato: quali criteri contano e quali no

Quali criteri contano nella ricerca dell’avvocato? Come scegliere in modo personale il professionista o lo studio senza lasciarsi trarre in inganno da luoghi comuni

La ricerca dell’avvocato è stata notevolmente agevolata da internet: ci sono piattaforme che offrono agli utenti un servizio gratuito per contattare direttamente gli avvocati online e chiedere un preventivo legale dettagliato per qualsiasi tipo di causa. Rispetto al passaparola, o altri strumenti classici di ricerca dell’avvocato, l’utente ha modo di fare una scelta consapevole e personale, basata sui criteri prioritari che indirizzano la selezione del professionista. Ma a volte il problema è proprio radicato nel COME: soprattutto chi si rivolge all’avvocato per la prima volta, potrebbe avere le idee confuse sui criteri soggettivi e oggettivi da applicare nell’affidare l’incarico.

Posizione e specializzazione dello studio legale: quanto contano nella scelta

La legge non impone di rivolgersi allo studio del notaio più vicino o comunque nel proprio Comune di residenza. Detto questo, soprattutto nelle grandi città, la prossimità allo studio può essere un vantaggio pratico. Diminuire gli spostamenti può significare infatti anche ridurre tempi e costi per la consulenza.

In ambito legale le specializzazioni non sono rigide come in quello medico-sanitario. La macro divisione è tra avvocati penalisti, civilisti, amministrativisti e tributaristi. Tuttavia l’esperienza potrebbe portare a ulteriori classificazioni. In ambito civile, ad esempio, uno studio legale potrebbe specializzarsi in cause di separazione, mantenimento o adozioni con avvocati matrimonialisti e divorzisti.

Età e genere del professionista o dimensioni dello studio legale non fanno la differenza

Quando si effettua la ricerca dell’avvocato si ha spesso ansia di conoscere il preventivo. E’ un’esigenza comprensibile. Del resto dal 2017 la Legge sulla Concorrenza ha imposto ai professionisti l’obbligo di preventivo scritto. Tuttavia non è sempre detto che la scelta migliore sia quella dell’avvocato più economico. Inoltre spetta alle parti saper leggere il preventivo legale nelle singole voci che lo comprendono per capire che cosa include la parcella. Va detto poi che, al momento del conferimento dell’incarico, non è sempre possibile prevedere esattamente quale sviluppo prenderà il giudizio o qualsiasi imprevisto. Altri criteri secondari potrebbero infine riguardare aspetti come il genere e l’età del professionista oppure le dimensioni dello studio legale. Conviene affidarsi ad avvocati giovani e volenterosi (e tendenzialmente più economici) oppure a studi legali associati di fama ed esperienza? Ci sono differenze tra avvocato donna o uomo nella scelta delle cause? Questi ultimi fattori potrebbero essere a dire il vero irrilevanti nella scelta e di certo non incidono a priori sulla professionalità dell’incaricato. Al massimo potrebbero incidere come elementi di preferenza meramente soggettiva. Del resto nel rapporto di fiducia tra avvocato e assistito si innesca un’empatia importante, anche tenendo conto della rilevanza degli interessi tutelati e della loro delicatezza in termini di privacy. Dell’avvocato bisogna avere fiducia perché con lui/lei si condivideranno aspetti della propria sfera personale o patrimoniale utili alla causa. Un rapporto che, peraltro, visti i tempi medi della giustizia italiana, potrebbe anche durare nel tempo. Anche se la preferenza quindi non appare fondata su elementi scientifici o oggettivi, potrebbe essere giusto tenerla in considerazione per sentirsi più tranquilli durante la causa. Ecco anche perché la ricerca dell’avvocato online, rispetto al passaparola, ha il vantaggio non indifferente di impostare una scelta personale e non condizionata

Passare le vacanze in hotel in Salento

Hotel in Salento

Il Salento è un territorio che si trova in Puglia, una penisola bagnata da due mari, l’adriatico e lo ionio, e offre tantissime località balneari dove passare le proprie vacanze.

Da Lecce a Gallipoli, ci sono una infinità di spiagge, e il turista può scegliere tra il litorale adriatico più roccioso e con scogli a picco sul mare, e quello ionico, maggiormente sabbioso, con fondali bassi e digradanti nel mare.

A seconda del tipo di litorale poi si può scegliere la migliore località dove soggiornare, optando per una delle moderne strutture ricettive presenti, tra hotel in Salento, villaggi in Salento, case vacanza, resort, residence, campeggi, agriturismi oppure le caratteristiche masserie, che si trovano in Puglia, e sono le tipiche case contadine di un tempo, ristrutturate e trasformate in agriturismi o resort di lusso.

Le masserie sono di solito ubicate nella campagna, anche se se ne possono trovare vicino al mare, e sono state riviste e rimodernate, per accogliere al meglio i turisti.

Chi vuole una location maggiormente suggestiva e che riporta alla luce le antiche tradizioni salentine, può scegliere la masseria, che ama invece una struttura tradizionale e turistica può optare per delle vacanze in un hotel in Salento, a tre o quattro stelle.

Hotel in Salento a mezza pensione

Se si vuole conoscere il territorio, e spostarsi di frequente da un luogo all’altro, fare gite ed escursioni, si può scegliere di soggiornare in un hotel in Salento a mezza pensione, in modo da potere stare fuori tutto il giorno, e tornare per la cena.

In questo modo si può gestire meglio il proprio tempo, organizzando le giornate come meglio si crede, senza limitazioni di orari, e tuttavia potendo sfruttare i servizi di un hotel, dato che si dorme e si fa colazione e un pasto in hotel.

Chi invece predilige il fatto di poter stare via tutta la giornata e rientrare dopo cena, può scegliere la formula del b&b per le vacanze in un hotel in Salento, che oggi molti hotel mettono a disposizione, ospitando i clienti solo per la notte e prima colazione.

Hotel in Salento 3 stelle sul mare

In Salento ci sono molti hotel a 3 stelle sul mare, la location ideale per un soggiorno in totale relax, vicino alla spiaggia, e dove ammirare stupendi panorami marini.

La comodità di avere la struttura direttamente sul mare non è da sottovalutare, infatti ci si può risparmiare un bel tragitto a piedi e al caldo, e raggiungere invece la spiaggia velocemente in pochissimi minuti.

Anche negli hotel in Salento come nei villaggi turistici, spesso i bambini entrano gratis, e quindi una famiglia potrà avere un notevole risparmio facendo le vacanze in un hotel in Salento.

Villaggi in Salento

Oltre alle vacanze in un hotel in Salento, si può scegliere in alternativa un bel villaggio turistico.

I villaggi del Salento sono strutture moderne e con tutti i comfort, e sono ubicati nelle più belle zone di mare del Salento.

Si può scegliere la costa adriatica, con le marine di Lecce, Otranto e Santa Maria di Leuca, oppure scendere più a sud verso le Maldive del Salento, Pescoluse, Ugento e Gallipoli, tutti luoghi affascinanti dove passare le ferie.

Queste zone offrono litorali diversi, sia rocciosi con calette di sabbia incastonate tra gli scogli, grotte marine, fondali dove fare immersioni, o sabbiosi, con lunghe strisce di sabbia bianca e fine, e fondali bassi e digradanti nel mare per molti metri.

Inoltre gli eventi estivi per i turisti in Salento sono davvero molti, tra sagre e feste patronali, eventi legati all’enogastronomia locale e eventi musicali, per conoscere questa terra e le sue peculiarità sotto vari aspetti.

Vacanze nei villaggi in Sicilia last minute

Offerte villaggi in Sicilia 2019

Per le vostre vacanze avete già organizzato tutto? E se per caso non avete ancora deciso dove andare, avete mai pensato di visitare la Sicilia?

Questa regione italiana, la prima isola del mediterraneo come grandezza, si trova nel sud d’Italia, ed è meta ogni anno di moltissimi turisti italiani e stranieri che amano soggiornare nelle sue belle località di mare.

Qui sono presenti molte città un tempo appartenenti alla Magna Grecia, con resti antichi di notevole importanza, come  Agrigento  o taormina,  e ancora città ricche di arte come Siracusa e ricche di monumenti barocchi, come Palermo, con palazzi liberty, antichi mercati e una storia millenaria, e la famosa spiaggia di Mondello, una delle più belle d’Italia, con mare cristallino e sabbia bianca e fine.

Le città capoluoghi di provincia sono Palermo, capitale della regione, Catania, Agrigento, Caltanissetta, Siracusa, Ragusa, Enna, Messina, Trapani.

Molte di queste sono sul mare, e si possono trovare spiagge bellissime e litorali rocciosi o di sabbia, a seconda dei gusti.

Per una vacanza immersi nelle atmosfere e nei sapori, del sud e della Sicilia, si può soggiornare in un bel villaggio turistico con tutti i comfort, animazione di giorno e di sera, tantissime attività per grandi e bambini, servizi per ogni esigenza, e al ristorante si può assaporare anche la tipica cucina siciliana.

Nelle agenzie di viaggi ci sono spesso offerte per villaggi in Sicilia per questo 2019, e inoltre i villaggi in Sicilia costano meno con i last minute, quindi siamo ancora in tempo per prenotare una vacanza last minute per le prossime settimane estive, a prezzi davvero concorrenziali.

Last minute di luglio in Sicilia al mare

Chi volesse trovare un last minute di luglio in Sicilia al mare, può consultare le varie agenzie di viaggi anche online, dove trovare una vasta scelta di pacchetti vacanza per tutte le esigenze, in diverse strutture ricettive, alberghi come case vacanza o villaggi turistici, campeggi o b&b, agriturismi e residence ancora per il mese di luglio.

Le agenzie online offrono una vasta scelta di strutture e in tante diverse località, inoltre c’è il vantaggio di potere verificare la disponibilità della struttura scelta direttamente online, e avere anche un preventivo in tempo reale, semplicemente compilando un form presene sul sito web dell’agenzia in questione, e cliccando invio.

Si avrà così in maniera immediata un preventivo per ogni struttura selezionata, e in ogni località si voglia, in modo da potere confrontare le caratteristiche di ognuna e scegliere quella che maggiormente si avvicina alle nostre esigenze e al nostro budget.

Se si vuole risparmiare è bene ricordare che i villaggi in Sicilia costano meno con i last minute, così si può decidere di soggiornare in un moderno villaggio turistico a quattro o cinque stelle nella assolata Sicilia, tra mare e panorami da sogno, spendendo anche poco.

I villaggi turistici in Sicilia formula residence

Chi ama maggiore indipendenza, può scegliere un villaggio che offra la formula residence, il che significa che si soggiorna in un appartamento all’interno di un moderno villaggio, come se si fosse in una casa delle vacanze totalmente indipendente, senza limiti di orari o programmi prefissati per la giornata.

Sono tanti i villaggi turistici in Sicilia con formula residence, per permettere ai propri ospiti di potere scegliere tra il soggiorno all inclusive, tipico del villaggio turistico, oppure una soluzione che offra maggiore autonomia e libertà di movimento come quella del soggiorno in residence. Tuttavia trovandosi all’interno di un villaggio turistico, si possono sfruttare i servizi che sono presenti, come il minimarket, le piscine, i campi sportivi, e inoltre su richiesta è possibile usufruire dei servizi hotel del villaggio, quindi rifacimento delle camere e cambio biancheria da bagno, ristorante, prima colazione, e così via, dato che il villaggio offre ai propri ospiti tanti comfort.