Skip to main content

Come sono organizzate le società di cartomanzia telefonica

Chi volesse rivolgersi ai cartomanti con il tentativo di trovare un aiuto interpretativo sopra le problematiche che non è in grado di risolvere attraverso altre modalità, scoprirà, contattando un qualunque 899, di incontrare al telefono un uomo o una donna che appartengono ad un determinato staff di operatori dell’esoterico. Muniti di tarocchi, ascolteranno sperabilmente con attenzione il racconto che proporrete, cercando di approfondire un aspetto che il cartomante di turno riterrà il più interessante. Il più delle volte occorrono molti consulti di cartomanzia per approdare a conclusioni che vengano considerate proficue ai fini della soluzione di una questione stressante.
Approfondisci

Ricerca avvocati: 5 domande da farti e da fare per capire se è un buon avvocato

Internet ha reso più veloce e agevole la ricerca avvocati a livello pratico ma questo non esonera l’utente dal fare alcune considerazioni utili alla scelta del professionista giusto. Scegliere un buon avvocato online, in altre parole, può essere facile e veloce ma non deve mai essere frettoloso e superficiale: c’è una bella differenza tra le due cose! Ma se un utente non è esperto di materie giuridiche e quindi non ha gli strumenti professionali adatti, come può essere sicuro di scegliere un buon avvocato?

Approfondisci

Le scadenze da ricordare del 730 precompilato

L’introduzione del 5 per mille
Il 5 per mille è stato introdotto dalla Legge Finanziaria del 2006 e da allora ha avuto sempre conferme, mai una delegittimazione.
Sono, quindi, 11 anni che i cittadini italiani possono liberamente avvalersi di questo strumento al momento della dichiarazione dei propri redditi.
In pratica, si tratta della possibilità di donare una parte delle tasse, 5 parti su mille appunto, a sostegno di un soggetto beneficiario che compare in una lista contenente nomi e riferimenti (codice fiscale) di tutti gli aventi diritto, ufficialmente accreditati dall’Agenzia delle Entrate.
Donare il 5 per mille è una libera scelta e non un obbligo di legge; nell’eventualità in cui il contribuente decida di non effettuare la donazione tale quota parte rimarrà nelle casse dello Stato.

Approfondisci