Skip to main content

Manca poco al calciomercato invernale: quali gli scambi del futuro?

Il calciomercato invernale, un tempo definito di “riparazione”, durerà fino al 31 gennaio. Una proroga consentita per poter agevolare gli scambi e dare maggiore tempo per poterli realizzare ma… con quali incroci?

Considerato che oggi giorno i bookmakers ci permettono di scommettere su qualsiasi cosa (o quasi!) val la pena rammentare quali sono le quote più gettonate per alcuni dei possibili scambi del calciomercato del mese di gennaio.

Come ci ricorda Betwinner, ad esempio, uno dei nomi più caldi è quello di Higuain, arrivato questa estate al Milan ma senza mai esplodere definitivamente in rossonero. Anzi, la prestazione del Pipita è sempre stata sottotono, e si è spesso caratterizzata da nervosismo e l’impressione di essere fuori dal contesto delle tattiche di Gattuso.

Anche per questo motivo i bookmakers non sembrano disdegnare l’ipotesi che Higuain possa cambiare ancora casacca: questa eventualità è infatti data a quota 4.00, mentre la possibilità che Higuain non solo possa cambiare squadra, ma vada a indossare la casacca del Chelsea, è quotata a 5.00.

Approfondisci

Catene da neve facili da montare. Indispensabili per viaggi fuori porta in montagna.

L’inverno è un po’ come la primavera, risveglia gli animi. In particolare, per gli appassionati della neve e degli sport da neve, l’inverno è la stagione più attesa per riprendere l’attività. Se avete programmato una scappata in montagna a breve, ricordatevi di portare con voi catene da neve facili da montare. Sono una dotazione obbligatoria, che in caso di controllo da parte delle autorità stradali, se risultano mancanti, possono farvi incorrere in sanzioni molto salate. Inoltre, ancora più importante, in caso di ghiaccio e neve, le catene sono l’unico modo per mantenere l’assetto stradale delle ruote se non si possiedono pneumatici invernali. L’operazione di montaggio non è del tutto immediata, quindi è importante acquistare le catene giuste conformi alle vostre ruote.

Approfondisci

Corsi a distanza per chi ha volontà ma non tempo: come formarsi professionalmente mentre si lavora

In Italia i posti di lavoro scarseggiano e proprio per questo motivo sono sempre più numerose le persone che si accontentano del primo impiego che trovano, mettendo da parte le loro ambizioni pur di avere uno stipendio a fine mese. Dobbiamo ammettere che si tratta di un comportamento più che responsabile, dell’unico comportamento possibile per coloro che vogliono poter mettere su una famiglia e togliersi tante piccole soddisfazioni quotidiane. Dobbiamo ammettere però anche che rinunciare alle proprie ambizioni e ai propri sogni rende la vita piuttosto noiosa, insipida, incapace di garantire giorno dopo giorno quell’immenso sorriso sulle labbra che tutti invece meriterebbero di avere.

E allora dopo anni di rinunce, forse sarebbe il caso di prendere in mano le redini della propria vita e di scegliere un corso di formazione che consenta di seguire i propri sogni al meglio. Ma come riuscire a conciliare un lavoro con un corso di formazione? Questa è senza alcun dubbio la domanda che tutti voi vi state ponendo in questo momento, una domanda più che legittima visto che per i lavoratori il tempo a disposizione è davvero molto poco e visto che spesso capita di sentirsi anche un po’ stanchi, stressati dalla lunga giornata lavorativa intrapresa e dai molti impegni e responsabilità che tutti hanno. La soluzione sono i corsi a distanza.

I corsi a distanza consentono a coloro che già lavorano di poter studiare direttamente tra le quattro mura domestiche in ogni momento della giornata, scandendo il ritmo in modo del tutto personalizzato. Anche coloro che quindi si sentono stanchi e stressati non hanno alcun tipo di difficoltà, perché tornati a casa dal lavoro possono prendersi un momento di pausa e di relax in cui ricaricare le energie e riposare, per poi prendere in mano i contenuti del corso di formazione. È possibile studiare anche sul divano o sul letto, in giardino o sul terrazzo, andare al parco cittadino per immergersi nel verde oppure concedersi qualche ora di studio direttamente in spiaggia, in riva al mare. Come è facile capire, questo significa che ognuno ha la possibilità di studiare come meglio preferisce, seguendo le proprie necessità, senza doversi omologare agli altri corsisti, senza idee preconcette, senza doversi assoggettare a coloro che credono che lo studio sia solo quello dietro ad una scrivania. I corsi a distanza consentono di seguire il proprio personale ritmo, così che sia possibile diventare delle figure professionali di alto livello anche per coloro che di solito sono un po’ più lenti rispetto alla media e che hanno bisogno di tornare più e più volte sui contenuti.

Inoltre è importante ricordare che non è affatto vero, come invece molte persone ancora oggi credono, che i corsi a distanza lasciano il corsista da solo davanti a materie complesse. Sono corsi infatti prima di tutto pensati per risultare davvero molto semplici, adatti quindi veramente a tutti. Inoltre sono corsi che consentono di avere una comunicazione diretta con i docenti in ogni momento della giornata e in molte diverse modalità, così che nessuno possa mai sentirsi solo, così che sia possibile avere sempre a disposizione il giusto supporto allo studio e al corretto apprendimento.

Chi ha volontà, ma non ha tempo a disposizione, può insomma con i corsi a distanza formarsi in modo davvero impeccabile, nonostante il lavoro, nonostante gli impegni, nonostante tutto. Non sembra anche a voi semplicemente meraviglioso?

Antonio Conte tornerà in panchina?

Era (ed è!) considerato come uno dei più bravi allenatori del vecchio Continente, ma la storia di Antonio Conte sulle panchine delle principali squadre nazionali / di club europee sembra essersi arenata dopo l’ultima esperienza del Chelsea. E così, dopo 13 anni da allenatore, Conte sta pazientemente attendendo che si liberi qualche posto di rilievo nelle più ambite squadre.

Una simile situazione – ovviamente! – non poteva che essere colta al volo dai principali bookmaker stranieri, che stanno già attrezzando le proprie piattaforme per poter capire che cosa potrebbe succedere a Conte nelle prossime settimane. Tornerà ad allenare o no? E quale squadra andrà ad occupare?

Approfondisci

Chi vincerà il Pallone d’Oro 2018?

Ora che i candidati per il titolo di Pallone d’Oro 2018 sono stati resi noti, possiamo cercare di comprendere insieme agli esperti di Bet Winner chi possano realmente essere i favoriti.

La fine del dominio Ronaldo – Messi?

La prima cosa che sembra essere piuttosto evidente è che, contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi anni, forse il Pallone d’Oro 2018 non finirà nelle bacheche di uno tra Ronaldo e Messi.

I bookmaker danno infatti come favorito Luka Modric, centrocampista del Real Madrid e della Croazia, che dovrebbe aggiudicarsi il titolo con una quota di 1.40. Tra i favoriti, alle spalle del talentuoso delle merengues, c’è naturalmente Cristiano Ronaldo nonostante i suoi problemi extracalcistici con una quota di 2.80, e al terzo posto Griezmann, a 4.00.

Approfondisci